Il top

Esiste un’ampia gamma di materiali con i quali realizzare il piano della cucina, la scelta è dettata quasi sempre dall’estetica, ma dato l’utilizzo quotidiano del top, la preferenza deve ricadere soprattutto sulle caratteristiche del materiale.
Top Scuro
Ci sono diverse pietre naturali che si impiegano in cucina, in genere sono da prediligere le pietre laviche: granito nero assoluto, basaltina, porfido. La loro resistenza agli urti è elevata, inoltre con trattamenti preventivi si rendono impermeabili alle macchie.
Il colore di queste pietre è sul grigio/nero, la finitura  può essere lucida o satinata e con l’abbinamento di un lavello in acciaio sottotop si ottiene, una soluzione funzionale ed elegante.
L’alternativa è un lavello fatto tutto in pietra scatolare dello stesso materiale.
Top in basaltina con lavello sotto-top inox
Top e lavello in granito nero assoluto
Top Chiaro
Se invece si sceglie un top di colore chiaro allora il consiglio ricade sulle pietre artificiali, come i composti di quarzo: Okite, Stone Italiana ed altre marche. Oppure la scelta può essere il marmo che però risulta più delicato.
Il marmo di carrara, per esempio, è un materiale economico, le diverse fasce di prezzo dipendono dalla venatura grigia che lo attraversa, il suo limite è che si macchia facilmente, per cui se piace l’effetto del piano vissuto lo si può scegliere, invece al contrario se si vuole un top perfettamente asettico, allora consigliamo i composti di quarzo.
Top in okite con 2 vasche inox sotto-top
Per entrambi, è da ricordare che se le composizioni sono articolate, ad “U” o a “C” i giunti delle lastre saranno visibili.
Altro materiale è il Corianche sebbene esista in vari colori, per il top da cucina è consigliato nei colori chiari, in quanto nei toni scuri sono visibili le macchie.
E’ un materiale solido, composto in parte da resine acriliche e da minerali naturali. La bellezza di questo materiale è che permette di ottenere superfici omogenee, senza interruzioni, infatti sia il lavello che lo schienale sono in continuità con il piano.
Top, lavello e schienale in corian
Una volta installata la cucina il montaggio del top si effettua sul posto in quanto le giunzioni vengono saldate in opera. Altro vantaggio del Corian è la possibilità di sostituire parti danneggiate senza rimuovere tutta la lastra.
Le soluzioni suggerite comportano una stretta collaborazione tra il progettista e l’artigiano che realizzerà il top (falegname, marmista…), per ottenere un risultato ottimale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: