La cucina del futuro

Le aziende di cucine sono sempre alla ricerca di nuovi materiali e tecnologie da utilizzare per agevolare la loro fruizione e per distinguersi in un mercato molto competitivo. Oggi vi parlo di alcune aziende che hanno utilizzato i sistemi domotici nella cucina.01

03

La prima è la TONCELLI con la cucina Essential Quadra, che inserisce sistemi di automazione e Hi-fi in una cucina con forme geometriche pure e lineari. Il movimento del top dell’isola centrale e delle colonne che celano le zone operative viene controllato da dispositivi smartphone, tablet iOS o Android. La particolarità all’interno della cucina è anche nella diffusione audio ottenuta mediante tecnologia ad eccitatori, ovvero piccoli magneti che applicati ad una superficie di qualsiasi materiale, riescono a trasmettere il suono sulla superficie stessa amplificandolo e diffondendolo a 360° nell’ambiente.

01

La seconda è l’azienda AUGE21 che produce cucine di alto livello sartoriale che ha realizzato su progetto dell’interior designer Castrignano,  la composizione installata nella casa campione che vedremo al Salone del Mobile a Milano in via Adige 11,  che punta sull’intelligenza di sistemi integrati di controllo. Anche qui la soluzione è dinamica sia per  il blocco ad isola che integra la cottura, che la parete con lavaggio ed elettrodomestici integrati che possono sparire del tutto grazie a un sistema, sofisticato ma semplice da usare, di aperture e chiusure”.

Home page

Infine  vi segnalo una ricerca che mi sembra interessante è il progetto LAK promosso da un gruppo di aziende e centri di ricerca regionali guidato da Snaidero Rino Spa. Il progetto è stato presentato il 21 Marzo a Milano nello showroom Misura Casa.  L’obiettivo principale è di integrare nuove tecnologie domotiche e servizi innovativi a distanza all’interno dell’ambiente-cucina per migliorare in termini di sicurezza, comfort e risparmio energetico la qualità della vita delle persone. Si parte da una attenta analisi del modo di vivere delle famiglie moderne, con bambini, anziani e disabili, garantendo una “cucina più vivibile per tutti” (living for all kitchen) che mira al miglioramento del benessere degli utenti finali. Cucine sempre più smart, non più solo luogo di preparazione dei cibi, ma sempre più cuore tecnologico della casa connesso al mondo. Se il nucleo familiare si allarga e cambia le sue esigenze, la cucina esistente può essere adattata facilmente alla nuova realtà. Inoltre, una grande cura viene prestata all’ergonomia degli spazi tenendo conto della sequenza di azioni che l’utente compie in cucina, facilitando l’accessibilità alto/basso, variando la profondità degli elementi o disponendo i fuochi su un’unica fila.

 

One Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: