Summer table setting

Oggi Solstizio D’Estate!!! Finalmente inizia la tanto desiderata stagione: le gite in barca, l’aperitivo in spiaggia, i viaggi, le cene con gli amici e molto altro. Tema di oggi è l’allestimento della Tavola ed ho invitato un’esperta Simona Leoni, designer d’interni che tiene numerosi corsi e workshop di Table Setting. Il suo blog Simona Elle è frizzante e solare come lei sempre alla ricerca di nuove idee di nuovi materiali e aperta a tante iniziative.

A Simona la parola: solitamente i ringraziamenti si fanno alla fine, io invece ho deciso di iniziare  il mio post proprio con un ringraziamento speciale a Raffaella che mi ha scelto per presentare qui, sul suo splendido blog,  un allestimento per una tavola estiva.

Table setting, mise en place, allestimento della tavola, tre modi di dire  per raccontare un unico concetto: rendere la tavola bella ed accogliente.Una tavola ben apparecchiata a mio avviso è indice di raffinatezza e di buona educazione e dimostra l’attenzione e la cura che i padroni di casa rivolgono ai propri ospiti. Mi è sempre piaciuto curare la tavola, anche per il pranzo o la cena di tutti i giorni, un piccolo accorgimento che può essere un  bocciolo di rosa raccolto in giardino, un rametto di rosmarino che profuma il nostro tovagliolo, una candela per scaldare le cene invernali ed illuminare quelle estive, piccole e veloci decorazioni che esprimono cura e amore per chi vive con noi, per la nostra casa e soprattutto per noi stesse.

Le proposte di oggettistica e i tessuti per la tavola sono molteplici, ed al giorno d’oggi ci si può veramente sbizzarrire con nuance di colore insolite, materiali innovativi e addirittura eco-sostenibili per piatti e bicchieri e per “vestire” la tavola non più solo tovaglie ma anche runner e tovagliette all’americana.

Io ovviamente adoro acquistare tutti questi oggetti ma vi assicuro che anche il “servizio della nonna” con qualche piccolo accorgimento può essere svecchiato e visto sotto una nuova luce (ne ho parlato in  questo mio post).

Ma ora veniamo al dunque, oggi inizia ufficialmente l’estate e quindi vi voglio proporre l’allestimento per una tavola estiva fresca e rilassante. Ho proposto questa tavola alla serata che ho tenuto mercoledì scorso al negozio EKO’ DESIGN di Desenzano del Garda. Quando ho i miei corsi di table setting, tengo sempre a precisare che la tavola, anche più degli interni di casa, si presta a molteplici variazioni. Lo spunto per scegliere il tipo di allestimento o di decorazione può partire dalla stagione in corso (autunno, inverno, ecc..), da un evento particolare che si desidera festeggiare (Natale, Battesimo, compleanno ecc), dal tipo di pietanza presentata per la cena (pesce, verdure, formaggi…) e addirittura dal tipo di ospiti che avremo (l’amico sportivo, il cliente che si vuole stupire, il cognato ricercatore universitario, la cognata amante del fai da te).Quando mi trovo ad allestire una tavola “per finta”, cerco di immedesimarmi in una situazione e nel caso specifico dei corsi, spesso racconto una storia  che sarà il “filo conduttore” dell’allestimento che andrò a proporre (perché designer si nasce e narratrici si diventa!!!!!).

Mercoledì sera abbiamo giocato un po’ immaginando questa situazione: una cena tra amici all’aperto durante una serata estiva in una casa al mare, a pochi passi  dalla spiaggia… il menu ovviamente a base di pesce (considerando che poche persone possono vantare una casa in riva alla spiaggia, potremmo ricreare questa scenografia sul nostro terrazzo).

Come dico sempre una delle prime regole da tener presente è il tipo di ospite, ovvero una tavola per una cena “formale” oppure per una cena o un pranzo tra amici. Nel primo caso si dovranno seguire alla lettera le regole previste dal galateo, nel secondo caso le seguiremo ugualmente ma diamo anche libero sfogo alla fantasia. In  questo allestimento ho ad esempio deciso di giocare con i tovaglioli e con i segnaposto.

Ma partiamo dall’inizio ovvero dal vestito per la nostra tavola: una tovaglia in lino, a trama grossa di colore grigio scuro, dei tovaglioli in lino della serie Mydrap (sono tovaglioli a strappo), color sabbia che ho utilizzato sia come sottopiatto che come tovagliolo, arrotolandolo e fermandolo con un piccolo pesciolino in legno che ho messo in bella mostra davanti al piatto…e che piatto…l’occasione richiedeva qualcosa di speciale; ho optato per la linea Marina di Virginia casa. Piatti interamente realizzati a mano, a forma di pesce in una delicata tonalità azzurro tenue che ben s’addice al tema proposto.Ad accompagnare il tutto dei bicchieri in vetro leggermente colorato e posate in acciaio. Ma il pezzo forte della tavola è stato il centrotavola: un’asse di legno recuperata in spiaggia e quindi usurata dall’acqua e dal sole sulla quale ho appoggiato una lanterna in metallo, dei legnetti legati con stelle marine (rigorosamente finte) e conchiglie.

L’ultimo piccolo accorgimento, ma a mio avviso importantissimo per dimostrare la cura verso l’ospite, il segnaposto: per questa tavola ho usato dei piccoli vasetti in vetro che normalmente contengono le piccole candeline rotonde (in vendita da IKEA), li ho riempiti di sabbia e ho semplicemente appoggiato all’interno un cartoncino su cui si può scrivere il nome.

Questo allestimento è facilmente riproducibile e credo sia d’effetto anche se usassimo in sostituzione di questi splendidi piatti artistici dei normali piatti in ceramica bianca; l’importante è sempre personalizzare la nostra tavola assecondando il contesto ed il tema scelto. Questa decorazione è perfetta per sottolineare che il centrotavola non necessariamente deve essere composto da fiori freschi o composizioni floreali, ma anche piccoli ritrovamenti in giardino o in spiaggia possono diventare veri tesori decorativi.

Una tavola semplice ma ricercata al tempo stesso, perfetta per una cena tra amici fatta di chiacchiere, risate e programmi per le vacanze.

Non mi resta che augurarvi una buona estate!!

Grazie Simona e a presto su questo blog.

8 Comments

  1. la trovo meravigliosa, nei colori e nei materiali. Adoro i dettagli naturali portati in tavola come sabbia, conchiglie, pietre. tutto ricorda il mare ma in modo assolutamente raffinato. Splendida davvero! Bravissima Simona, non ti smentisci mai!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: