Dietro i fuochi: le interviste #3

Oggi per la rubrica “Dietro i fuochi” ho intervistato Serena del blog Pici e Castagne. Abbiamo un’amica in comune Emanuela, proprietaria del box concept lo Spaccio di Testaccio, dove acquistiamo ogni genere di accessorio per la cucina. Il blog di Serena è ricco di ricette e di splendide immagini, inoltre cura una sezione che trovo molto interessante sweet places in cui descrive numerosi ristoranti e luoghi in tutta Italia, che lei ha frequentato e che l’hanno colpita, per cui non vi resta che seguirla.

La cucina di Serena è in muratura con ante in legno…………..lasciamo a lei la parola.

Com’è nata la tua passione? La mia passione in realtà è nata con me. La cucina da sempre è il luogo di casa che preferisco, ricordo che da piccola abbandonavo la scrivania in cameretta per andare a fare i compiti in cucina…che con un po’ di fortuna e di astuzia potevo anche riuscire ad intingere un pezzo di pane nel sugo che bolliva o a rubacchiare una fetta di crostata ancora calda. Sono cresciuta nelle cucine delle mie nonne e di mia mamma immersa nei loro profumi, circondata dai loro gesti e dalla loro magia. Non potevo non amare la cucina!

Ci Descrivi la tua cucina? La mia attuale cucina ahimè mi rispecchia meno di quanto avrei mai immaginato, ma ci siamo trasferiti in questa casa da poco e tempo per fare grandi lavori non ce n’ è stato. E’ una cucina in legno scuro con piastrelle di cotto veneto, si sviluppa su due lati ha un piano cottura con cinque fuochi a gas ed un forno elettrico. Per il frigorifero abbiamo scelto una libera installazione di dimensioni che meglio si adattavano allo spazio predisposto.

Hai modificato la cucina da quando fai la food blogger? Modifiche vere e proprie alla cucina non ne ho apportate, benché la mia cucina ideale sia ben diversa da quella in cui mi muovo adesso! Da quando ho aperto il blog a dirla tutta ho modificato la sala da pranzo. Una credenza era necessaria per riporre tutti i props che continuo ad acquistare in modo compulsivo!!!

Di che materiali sono le tue pentole, i tuoi coltelli, i tuoi utensili? Amo le pentole di rame e appena posso me ne regalo una, così come sono molto affezionata alle padelle in ferro che appartenevano a mia nonna di quelle che “non si usano/trovano più”, allo stesso tempo ho ereditato e acquistato delle pentole e dei tegami smaltati che uso spesso. I piccoli elettrodomestici, dall’ impastatrice al frullatore al mixer alla macchina del caffè al tostapane ecc. sono Kitchen Aid, li ho scelti anche per una questione di design perché ammetto che mi piacciono molto. Per tutto il resto (coltelli e piccoli utensili) scelgo sempre articoli di buona qualità, per una questione di sicurezza, per non spendere due volte se poi hanno vita breve e soprattutto per scongiurare il pericolo di essere abbandonata “sul più bello” magari durante i preparativi di una cena importante.

Che cosa cambieresti della tua cucina e perché? Della mia cucina cambierei.. la mia cucina naturalmente! Magari con qualche piccolo lavoretto in casa potrei ricavare lo spazio per un ambiente più ampio, con più piani di appoggio e magari un’ isola, un forno posizionato un po’ più in alto che non mi costringa a fare le flessioni ogni volta che ho voglia di arrosto o biscotti, e qualche anta in più per avere tutto in ordine. Cambierei anche il colore della cucina stessa, preferisco i legni chiari, magari un color crema oppure un color pastello non mi dispiacerebbe affatto. Uno stile provenzale, semplice, una cucina luminosa ecco.

Quali sono le caratteristiche più importanti che secondo te debba avere una cucina per chi ci lavora?Anzitutto deve essere ordinata e funzionale. Pochi accessori sui ripiani, coltelli, mestoli ed utensili di utilizzo quotidiano a portata di mano, facile da pulire e senza spazi angusti. Ante e ripiani di facile apertura senza angoli in cui doversi intrufolare per tirare fuori pentole e utensili vari.

Ringrazio Serena per la sua disponibilità e anche se ha una cucina di piccole dimensioni riesce a preparare veramente di tutto. Complimenti!!!

3 Comments

  1. Quanto ti capisco Serena! Io sto vivendo in un limbo perchè dovrei cambiare casa (se riesco a venderla) oppure dovrei fare dei lavori in quella dove sto, compreso il cambio della cucina! In attesa che si smuova la situazione condivido con te le idee su come deve essere la cucina ideale: facile da pulire (perchè mai come in questa stanza è importante l’igiene) e senza spazi angusti dove dover fare le peripezie per prendere gli oggetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: