Electrolux Design Lab 2013: inspired urban living

Il tema del concorso di quest’anno è il Futuro dell’Ambiente Domestico, il 16 ottobre a Stoccolma ci sarà la proclamazione del vincitore. I finalisti sono otto con i loro concept creativi capaci di rispondere alle esigenze reali del vivere quotidiano. Il progetto più innovativo vincerà un premio in denaro ed uno stage retribuito presso uno dei Global Design Centre che Electrolux ha nel mondo.

Inoltre c’è un premio che potete dare personalmente con il vostro voto, sarà il progetto che avrà ottenuto più preferenze on-line. Vincerà il People’s Choice Award e una somma in denaro mentre voi parteciperete all’estrazione di un viaggio per due persone in un ristorante attrezzato con elettrodomestici Electrolux a Madrid, a Singapore o a San Paolo.

Io ho votato Kitchen Hub

E’ un dispositivo progettato per aiutare la famiglia a gestire correttamente il consumo di cibo. E’ stato progettato da Francisco Barbosa Grasa un ingegnere meccanico spagnolo che ha conseguito un Master in Advanced Design allo IED di Torino. Kitchen Hub è costituito da tre elementi: un display circolare, un anello con quattro pulsanti, uno per ogni applicazione, una maniglia di bambù per appenderlo a parete, attaccarlo al frigorifero o appoggiato direttamente  sul piano di lavoro. I suoi componenti sono un touch screen ed uno scanner di codice a barre.

Quante volte andiamo al supermercato e abbiamo dimenticato la lista della spesa  per cui compriamo cose che non ci servono o ne dimentichiamo altre? Ebbene controlla la nostra dispensa, ci segnala i cibi prossimi alla scadenza, quelli che mancano e ci fornisce ricette per consumarli sulla base degli ingredienti presenti a casa e funzione molto interessante ci guida anche durante la nostra dieta .

Perché ho votato Kitchen Hub

Credo profondamente nel concetto di Sviluppo Sostenibile: “lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri 1987 commissione Brundtland.  L’ambiente non è di nostra proprietà ma ci è stato donato dalle generazioni passate e lo doneremo a quelle future. Uno degli obbiettivi da perseguire insieme alla diminuzione di produzione di CO2 è di evitare gli sprechi e di conseguenza la produzione di rifiuti, diminuendo gli scarti alimentari, diminuiamo anche gli imballi che li contengono. Secondo l’ONU, il 30% del cibo prodotto finisce in rifiuti. Nell’UE ogni persona produce 90 Kg di rifiuti alimentari per anno, e lo spreco alimentare globale, è di 1,3 miliardi di tonnellate l’anno.

Con questo dispositivo si inizierà seriamente a produrre meno rifiuti, il vero problema non è solo lo smaltimento ma la produzione degli stessi. La tecnologia e il design dovrebbero sempre avere una funzione etica come in questo concorso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: