Invito a pranzo

Ho scoperto un’iniziativa molto interessante, anzi direi da non perdere, che voglio condividere con voi, ma andiamo per ordine.  In questo blog parlo spesso se non sempre dell’ambiente cucina considerato il più importante della casa, ma anche il soggiorno è certamente l’altro ambiente maggiormente vissuto nella vita quotidiana ed è il luogo dove  accogliamo i nostri amici. Nelle nostre abitazioni la distinzione tra le varie funzioni non è più cosi definita e se prima gli elementi della zona pranzo erano tutti coordinati adesso la tendenza è quella di avere più stili nello stesso ambiente. Questo significa scegliere pochi oggetti ma unici, che personalizzano la casa e che rispecchiano il proprio modo di essere.

Nella mia casa  ho un soggiorno con angolo cottura di ridotte dimensioni, per cui quei pochi mobili che ho sono sia pratici che accoglienti. Il mobile che vedete fotografato è realizzato tutto in legno, gioca su un particolare effetto ottico infatti appare diverso a seconda del punto di vista, mio figlio quando era piccolo amava correrci davanti per vedere l’effetto di luce che cambiava. E’ stato uno dei primi acquisti che ho fatto, sono passati diversi anni ed è come nuovo.  I ripiani all’interno sono in vetro, ha una linea pulita ed essenziale e il gioco delle ante è la sua caratteristica. Lo produce l’azienda italiana Horm, nata nel 1989, il nome deriva dall’aramaico antico significa “recinto sacro con diritto di asilo“, questo recinto, questo confine, quest’azienda ha accolto e continua a farlo i grandi maestri dell’architettura contemporanea: Mario Bellini, Mario Botta, Steven Holl, Toyo Ito e Matteo Thun, gli artisti di fama internazionale Karim Rashid e Sebastian Errazuriz ma anche i giovani designers che insieme agli artigiani di Horm, hanno dato vita a prodotti unici e di qualità.

I prodotti sono sia funzionali che di design, con forme pulite ed essenziali ma anche vere e proprie sculture domestiche. Il materiale protagonista è il legno lavorato sempre in modo innovativo, che insieme al vetro, alle pietre e ai metalli ha dato forma a molteplici oggetti, in una continua ricerca di forme e funzioni nuove.  In pochi anni Horm ha vinto tre Compassi d’oro in tre edizioni e ha ricevuto cinque Menzioni d’onore. Per il vostro invito a pranzo, ho selezionato alcune ambientazioni a seconda del vostro stile di vita, certo i pezzi che produce l’azienda sono numerosi e tutti con caratteristiche diverse per cui la scelta non è stata facile.

Se siete una coppia giovane (inteso non solo anagraficamente) e vivete in un loft  ho selezionato questo meraviglioso tavolo quadrato, Autoreggente di Patrizia Bertolini, le gambe in legno all’apparenza esili si incastrano l’una sull’altra creando stabilità e robustezza. Il piano in vetro lascia vedere questo gioco di intrecci. Fa da quinta il contenitore Carlos disegnato da Renato Zamberlan, liberamente ispirato alle opere dell’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez e alla sua Op Art.

Per una famiglia dove spesso il soggiorno si trasforma in postazione di lavoro per la mamma o il papà la scelta è andata sul tavolo J-Table di Jean Francois Gomrée, in cui la gamba è stata progettata per essere usata anche come libreria e dal contenitore Riddled Front disegnato da Steven Holl, l’avanzato processo tecnologico brevettato da Horm ha permesso la realizzazione di questa magnifica architettura, le ante sottilissime in legno abbracciando i fianchi del contenitore, permettono un sistema di apertura privo di cerniere. La luce entra all’interno grazie ai trafori al laser sul legno, proiettando intorno al contenitore un’esplosione di giochi d’ombre.

Per una famiglia numerosa ecco un grande tavolo Capriata di Carlo Cumini la cui particolarità oltre nella forma è anche nelle dimensioni, stretto e lungo lo si può estendere ma invece di allungarsi si allarga da entrambi i lati. Per cui diventa molto ampio e i bambini come si vede nella foto si possono esprimere al meglio. Da affiancare con contenitori Infinity di Meneghello Paolelli Associati, le ante sono rivestite da tre elementi decorativi di laminato laccato, applicati con dei magneti a scomparsa. In base alla disposizione che si attribuisce a questi elementi, il frontale dei contenitori assume un motivo grafico diverso.

Outlet di Horm

Ma adesso vi starete chiedendo qual’è l’iniziativa che vi ho accennato all’inizio?  Potete acquistare questi splendidi mobili presso l’ OUTLET di Horm, dal 14 al 22 giugno a prezzi scontati fino al 70%. Sono i mobili che provengono dal Salone del Mobile 2014, da set fotografici e da negozi. Se non potete ricarvi personalmente all’Outlet, con skype potete visionare i pezzi disponibili e comprarli comodamente da casa. Questo è un servizio in funzione tutto l’anno e se siete interessati ad un determinato prodotto che non è disponibile, gli addetti alle vendite vi richiamano appena arriva in negozio. Per cui vi consiglio di approfittarne, io lo farò, anche perché sono sicura di quello che acquisto, vista la riuscita del mio Leon, dimenticavo così si chiama il mio contenitore.

homepage-outlet-it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: