Auguri Boffi 80 anni di design

Piero Boffi fonda l’azienda artigiana nel 1934, ma è soprattutto a partire dagli anni Cinquanta con l’avvento dei figli Dino, Paolo e Pier Ugo che uniscono creatività, produzione e imprenditorialità che l’azienda si afferma. Grandi menti imprenditoriali che hanno investito in grandi designer in un percorso che ha visto le art direction di Luigi Massoni, di Antonio Citterio (oggi in Arclinea) e dal 1989 Piero Lissoni. Oggi la Boffi è presente nelle principali città del mondo con 61 flagship store ed è l’unica azienda di cucine ad essere insignita del Compasso D’oro alla Carriera (1995). E’ soprattutto una realtà industriale che è riuscita a esportare non solo prodotti ma lo stesso concetto dell’abitare italiano in tutto il mondo.

Cucina Salinas -Urquiola

Per festeggiare l’evento in occasione del Salone del Mobile, la Boffi ha presentato alcuni nuovi prodotti nel suo showroom di Brera, tra cui la cucina Salinas disegnata dalla designer Patricia Urquiola. Per la Boffi è stata la prima collaborazione con una donna e per la Urquiola è stato il suo primo progetto di cucina.  Si è ispirata all’isola Salinas nelle Asturie dove vivevano i suoi nonni e che lei frequentava durante le vacanze al mare. Realizzata in vari materiali da assemblare a piacere, con un’attenzione particolare all’ecosostenibilità, ai dettagli con un tratto inconfondibilmente femminile.

boffi-brera-fuorisalone

L’innovazione principale sta nella tecnica costruttiva: invece dei classici contenitori in legno, Salinas adotta una struttura metallica componibile e non saldata in grado di generare composizioni articolate. Gli elementi di contenimento e funzionali così costruiti, possono essere sospesi o a terra e sono finiti con ante realizzate con un telaio in alluminio anodizzato nero opaco e pannelli di rivestimento in una gamma selezionata di materiali: metallo con finitura rame, alluminio, ottone, zinco, laccato cemento, legno, laccati, Paperstone®, tutti dagli spessori sottilissimi.

Top in lava con decoro geometrico
Per i top, ha utilizzato ceramica Dekton®, cemento, pietre, legno massello e lava con decoro geometrico. In Salinas non sono contemplati i pensili, ma solamente mensole. Altro dettaglio caratterizzante è il canale inserito nel top per ospitare gli impianti e che diventa una pratico porta oggetti aumentando il contenimento e ospitando anche una piccola serra con drenaggio incorporato nel canale, può essere inserito anche lo stesso rubinetto.

Cucina Boffi -Salinas

Al canale si può aggiungere un sistema di mensole in metallo con l’illuminazione led integrata. Il tavolo penisola in legno fisso o scorrevole può ruotare in diagonale e diventare un tavolo per 4 persone. Completano il progetto un grande lavello in pietra su disegno esclusivo.

E’ evidente lo studio materico che è stato fatto su questa cucina, trovo una certa somiglianza per quanto riguarda la struttura in metallo con il modello Meccanica di Valcucine , anche quì si predilige una struttura smontabile e flessibile. Suppongo che anche il costo sia più contenuto, sarà il futuro delle nostre cucine? Una valida alternativa alle cucine in cui tutto viene nascosto e che sembrano più dei mobili, dei pezzi di arredo?

Credits: http://www.elledecor.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: